MAXIMDL SCARICARE

Ricapitolando per l’acquisizione dei flat field seguite queste regole: Manuale italiano Maxim DL 6. Impostate la declinazione su cui state puntando il telescopio nella casella Scope Dec. Si apre una finestra di questo tipo. Una buona cosa sarebbe riprendere varie serie di immagini di calibrazione con diverse temperature tra cui scegliere poi in fase di ripresa. I valori Minimum Move e Maximum Move permettono di impostare la durata minima e massima dell’impulso di correzione.

Nome: maximdl
Formato: ZIP-Archiv
Sistemi operativi: Windows, Mac, Android, iOS
Licenza: Solo per uso personale
Dimensione del file: 63.81 MBytes

Per ottenere dei buoni flat field normalmente si utilizzano dei fogli elettroluminescenti posizionati davanti al telescopio esistono anche altre tecniche, ma questa è di solito la più semplice. A questo punto potrete avviare l’autoguida selezionando una stella di guida e successivamente scegliendo la voce Track. Per effettuare la calibrazione di una singola immagine bisognerà innanzitutto aprirla:. Maxim DL è in grado di gestire diversi tipi e modelli di camere CCD, ma cosa più importante permette di controllare contemporaneamente sia la camera di ripresa principale che una secondo dispositivo da usare per l’autoguida. Spesso questo migliora la guida evitando inutili saltellamenti inseguendo il cattivo seeing. Apertura programma e selezione camere CCD Nel presente tutorial andremo a vedere quali sono le operazioni da compiere per acquisire correttamente una oppure una serie di immagini tramite camera CCD o webcam. Ecco l’ultima foto pubblicata su Emout Mediail nuovo arrivato in casa Emout.

È anche possibile imporre una pausa dopo ogni correzione e prima della posa successiva della camera di guida, la durata di questa pausa andrà inserita nella casella Delay After Correction. Salve ragazzi eccovi altre elaborazione di altre riprese fatte nella serata di Digitiamo un suffisso che verrà aggiunto al nome del file salvato: Si inizia con l’istruire la camera di guida che controlla la montatura. maxidml

Potete poi decidere come la guida si comporterà dopo un pier flip, invertendo l’asse X, Y, entrambi o nessuno. A questo punto siamo pronti ad avviare l’acquisizione delle immagini cliccando sul pulsante Start.

maximdl

Fare sempre il fuoco a binning 1×1 se le foto che avete intenzione di fare maxijdl a piena risoluzione; se si fa il fuoco ad es 2×2 e riprese a 1×1 il risultato saranno immagini fuori fuoco. Se avete già in lista dei gruppi flat ad esempio da una sesione precedente potete rimuoverli selezionandoli e poi cliccando su Remove Group. Questo valore deve avere valori il più possibile bassi sempre compatibili con le condizioni ambientali seeing e tipo di ottica usata.

  SCARICARE HIGH SIERRA DA MOJAVE

Tutorial astrofotografia

In realtà non è necessario conservare tutti questi file, ma basterà creare quelli che si definiscono i “master bias” ed i “master dark” e conservare solo quelli. Ma quale velocità scegliere?

Il fuoco è importantissimo per avere della immagini di qualità ed è anche una delle operazioni più noiose e delicate. Si apre una finestra di dialogo che ci permette di definire la cartella dove vogliamo vengano memorizzati i files acquisiti. MaxIm DL effettuerà una posa poi sposterà leggermente la montatura ed effettuerà una nuova posa ripetendo questa procedura per quattro volte. Se avete ripreso una sequenza LRGB con L in bin 1×1 e R, G e B in bin 2×2 dovrete fare la stessa cosa con maxindl riprese dei flat field, compreso ovviamente il cambio dei filtri.

Impostare una sequenza automatica di acquisizione di immagini Una grande e comoda utilità di Maxjmdl DL è la possibilità di impostare un’acquisizione in sequenza di immagini e il salvataggio in una cartella da noi predefinita. Time sia della sezione X Axis che della sezione Y Axis anche a 30 secondi ed accertatevi che la voce Control Via della sezione Autoguider Output rifletta il metodo con cui intendete pilotare la vostra montatura ad esempio se la vostra camera di guida dispone di una porta ST-4 scegliete Guider Relays.

Sezione download

Prima la stella N1, che dovrà essere selezionata su tutte e due le foto in successione, poi il programma chiederà di selezionare la N2 dopo un segnale sonoro. Nella sezione bordata di nero nella figura inserire i dati del vostro telescopio principale. In questo caso anche durante la sessione di ripresa dei light frame andremo a scegliere una di queste tre temperature maxjmdl non altre in modo da poter utilizzare la libreria.

maximdl

Manuale italiano Maxim DL 6 Salve a tutti spero di fare maximmdl gradita a tutti pubblicando a breve il manuale completo in italiano di Maxim DL 6 sono quasi pagine ma ci siamo quasi. La ripresa dei bias e ancora di più dei dark richiede del tempo, ma siccome questi due tipi di immagine non hanno bisogno che la luce entri nella camera è possibile effettuare queste pose anche in un momento diverso dalla sessione fotografica, a patto che il sensore CCD sia alla stessa temperatura che aveva o avrà durante le riprese dei light frame ed impostato con lo stesso binning.

  SCARICARE TRACCE GPX SU PC

Diffraction Limited Software MaxIm DL Pro Suite

Se mmaximdl nella cartella con i file di calibrazione noterete che sono stati creati dei nuovi file il cui nome inizia con “Master”: Una volta definito il setpoint, ovvero la temperatura che si desidera far raggiungere al sensore, ,aximdl dovrà confermare con OK e quindi accendere il circuito di raffreddamento cliccando sul pulsante On sotto la scritta Coolers.

Una volta fatta la prima immagine per il fuoco selezionate con il mouse un rettangolo su una stella singola, come mostrato nel seguente esempio: Clicchiamo ora su OK per confermare quanto impostato. Dopo aver selezionato il pulsante di configurazione delle camere CCD si apre una finestra. Accertatevi che tutte le caselle di spunta siano selezionate quindi impostate il valore Pedestal appropriato.

Sezione download | Associazione Astrofili Aurunca

Attenzione al fatto che pur potendo apparire bianchi all’occhio questi fogli hanno spesso una penetrazione molto diversa a seconda del filtro utilizzato; è quindi molto importante calcolare il tempo di posa adatto per ogni filtro ed eventualmente creare una sequenza di Autosave in modo analogo a quanto spiegato prima con l’acquisizione dei dark e dei bias. Nell’immagine mostrata sotto viene rappresentata la forma a campana del profilo luminoso della stella; se la stella è saturata la punta di questo profilo risulta troncata di netto come se fosse tagliata come un panettone.

A questo punto potrete avviare l’autoguida selezionando una stella di guida e successivamente scegliendo la voce Track. A questo punto dobbiamo allineare i file. Con l’avvento dei sensori CCD e lo sviluppo delle tecniche a disposizione degli astrofili questa operazione, piuttosto faticosa e noiosa, è stata sempre più spesso affidata all’elettronica ed ha assunto il nome di autoguida.

Ovviamente la ruota portafiltri deve essere di un tipo riconosciuto dal programma. Comparirà finestra dedicata alla modalità di allineamento delle immagini. Ultima modifica di litos; alle